Il PRP (Plasma Ricco di Piastrine) è un’innovativa e moderna terapia rigenerativa e mini invasiva con la finalità della rigenerazione follicolare attraverso l’infiltrazione di PRP nella zona interessata. Questa terapia non è soggetta a test allergici perchè si tratta di rielaborazione ed infiltrazione di materiale autologo contenente fattori di crescita che interagiscono con le cellule staminali già presenti.

  • Come funziona il PRP?

    Le cellule staminali sono concentrate in alcune zone del corpo ma comunque possono essere individuate in ogni tipologia di tessuto e viaggiano attraverso il corpo per riparare la funzionalità degli organi e della pelle. Le cellule staminali sono il principale strumento di riparazione cellulare e sostituzione di quelle morte.

    Le cellule staminali sono l’unico tipo di cellula in grado di trasformarsi sviluppandosi in un altro tipo di cellula. Si tratta dell’ unità cellulare più versatile conosciuta dalla scienza.

    Molte delle malattie che conosciamo sono causate per problemi nel meccanismo di rigenerazione delle cellule staminali. Anche la perdita dei capelli è causata dal funzionamento insufficiente delle cellule staminali nella specifica zona colpita da alopecia. La terapia con i fattori di crescita che stimolano le cellule staminali ha la capacità di rigenerare la zona inducendo i capelli ad una rinnovata crescita le ossa e i legamenti a una rigenerazione rapida e indolore.

    Quali sono le fasi dell’intervento?

    1^ fase – PRELIEVO EMATOCHIMICO

    Si preleva al paziente, con strumentazione dedicata allo scopo, una quantità di sangue venoso tra 50 e 100 ml.

    Il sangue è contenuto in apposite provette specifiche per il processo di lavorazione richiesto e per il successivo utilizzo.


    2^ fase – PREPARAZIONE P.R.P. – Stem Cell & Growth Factor

    Le provette contenente il sangue prelevato vengono posizionate in una centrifuga dedicata.

    Si procede con la centrifugazione delle stesse per un tempo ed una velocità determinata dalla speciale necessità di separazione del materiale ematico.

    Viene conseguentemente separato il PRP che si presenta ricco di fattori di crescita all’interno delle piastrine che sono in grado di attivare

    le cellule staminali con capacità rigenerativa.


    3^ fase – ESTRAZIONE ED INFILTRAZIONE del PRP concentrato con metodo Screw

    Il PRP viene aspirato con cura in una siringa che verrà successivamente impiegata nella terapia PRP Stem Cell & Growth Factors.

    La terapia viene eseguita in un ambulatorio chirurgico con condizioni tali da garantire una procedura sterile.

    L’area interessata può essere sottoposta ad anestesia locale perchè la terapia prevede una serie d’infiltrazioni che possono causare un certo dolore.

    Nella maggioranza dei casi l’anestesia non è necessaria.

    Il chirurgo procede con le infiltrazioni programmate usando aghi di calibro minuscolo e ripetendo l’azione a scacchiera.

    Conclusa la terapia il paziente potrà tornare alle normali attività immediatamente.

    A seconda del tipo ed estensione della zona da trattare, verranno programmate le sedute successive con cadenza mensile e bimestrale.